Comitato Dante Alighieri - Monaco

Nata nel 1979, la Dante Alighieri – Monaco si pone come obiettivo la diffusione e la promozione della lingua e della cultura italiana secondo i principi della Sede Centrale di Roma, al fine di sviluppare i rapporti culturali tra il Principato e l’Italia. La Dante Monaco ha un'importanza particolare a Monaco per la sua prossimità geografica con l'Italia, ma anche per  la storia comune con il popolo monegasco essendo essi in parte costituito da discendenti di origine italiana.
 

Associazione indipendente, la Dante è apolitica e senza scopo di lucro. Si autofinanzia grazie alle quote d’iscrizione e ai doni dei suoi membri, oltre che agli introiti ricavati dall’organizzazione dei corsi di lingua, dai viaggi e dalle manifestazioni culturali.

Grazie al suo diploma PLIDA la nostra associazione è la sola Scuola di Lingua nel Principato ad essere riconosciuta a livello internazionale, specializzata nell’insegnamento della lingua italiana di qualità.
 

 L’azione della Associazione Dante Monaco si sviluppa su tre assi strategici:

1- L'insegnamento dell'Italiano L2/LS

2- Conferenze e Manifestazioni culturali

3- Viaggi

 

Un po' di storia

Dopo la seconda guerra mondiale, la Società Dante Alighieri di Roma, fu rilanciata a livello nazionale e internazionale da Giovanni di Giura, Ministro Plenipotenziario, che ne fu Presidente fino alla sua morte avvenuta nel 1989.

Fu grazie a una promessa fatta proprio a suo padre che, nel 1979 fu creata da suo figlio, Fabrizio di Giura, la Dante Alighieri nel Principato di Monaco grazie all'intervento risolutivo del Re Umberto II, il quale preso atto delle difficoltà incontrate da Fabrizio di Giura promise di far intervenire la Principessa Grace in suo favore.

Il suo intervento fu risolutivo, e nel luglio 1979 fu fondata la sede di Monaco, il cui primo Presidente, su proposta dello stesso di Giura, fu il Duca Giovanni di Valverde.

A lui succedette l'ambasciatore Conte Guy de Lestrange finché, alla morte di Giovanni di Giura, il figlio Fabrizio accettò la nomina di Presidente, carica che ha ricoperto fino a giugno 2010 divenendo in seguito Presidente Emerito.

Molte sono state le attività culturali da lui promosse durante il prestigioso incarico che ha mantenuto con l’orgoglio di rappresentare la lingua e la cultura italiana nel Principato con vivo successo. In particolare, nel 2009, in occasione del trentennale della fondazione della Dante di Monaco, un grande avvenimento ha sottolineato l’importanza della celebrazione: l’emissione nel Principato di una serie di francobolli con le effigi di Boccaccio, Petrarca e Machiavelli, icone indiscusse della letteratura italiana, iniziativa che nessuno dei Comitati Dante nel mondo aveva mai pensato di portare a termine.

Su proposta del Presidente di Giura uscente, fu nominato nel giugno del 2010 il sig. Francesco Morabito (2010/2012) sotto la cui Presidenza venne realizzato un'importante evento  in sinergia con la Monaco-Italie in omaggio a Leonardo,  genio del Rinascimento: "Il codice atlantico, sognare il futuro".
L'Accademia Nazionale dei Lincei di Milano mise a disposizione per tutta la durata dell'esposizione una spettacolare collezione della prima edizione integrale del Codice Atlantico.

Dal 2012 la carica di Presidente venne assunta dal dott. Giuseppe SARNO.
Dal settembre 2013 la Dante di Monaco è stata riconosciuta dalla sede centrale di Roma quale centro di certificazione PLIDA, con la possibilità per gli insegnanti di Italiano lingua straniera L2 di seguire dei corsi di aggiornamento PLIDA appositamente creati.

Nel Giugno del 2020 la Presidenza viene affidata al Maestro Gianluigi GELMETTI che purtroppo in seguito ad una fulminante malattia scompare nell’Agosto 2021

 

info.dantemc@gmail.com